trattamenti di fertilita

Fertility Treatments

trattamenti di fertilita

Trattamenti avanzati di fecondazione in vitro
con più di 30 anni di esperienza

Il processo di congelamento degli spermatozoi affinché un uomo possa preservare la sua fertilità e utilizzare il campione congelato quando è necessario. Si consiglia principalmente nel trattamento della fertilità di congelare un campione di liquido seminale come sicurezza e ulteriore utilizzo.

Il processo di congelamento degli ovociti non fecondati affinché una donna possa preservare la sua fertilità e utilizzarli in futuro per creare una famiglia.

Inseminazione artificiale (IUI) è una tecnica di riproduzione assistita che prevede l’iniezione all’interno della cavità uterina di sperma che è stato preparato in laboratorio per migliorare il suo conteggio e la motilità. Viene fatto tramite un catetere sottile che il medico passa attraverso la vagina e la cervice dell’utero. I tempi della procedura sono importanti perché deve essere sincronizzata con l’ovulazione, nel ciclo mestruale naturale o a seguito di stimolazione farmacologica.

Il principio di IUI è che le coppie che hanno difficoltà a procreare, possono beneficiare dell’esatta tempistica e del posizionamento di uno spermatozoo più potente. Iui può essere di particolare beneficio nei casi in cui vi è un fattore cervicale, come cicatrici cervicale, stenosi cervicale, o spesso muco cervicale, o lieve fattore maschile di riduzione del numero degli spermatozoi e di loro motilità, così come nei casi in cui vi è un problema di raggiungimento o sincronizzazione dei rapporti con l’ovulazione. Questo metodo è utilizzato anche per le donne sole con sperma di donatore.

In alcune donne risulta inappropriato un ciclo di stimolazione FIVET,

  • sia perché alcune condizioni di salute rendono pericolosa la stimolazione,
  • sia a causa dell’età materna avanzata o la scarsa riserva ovarica, che è spesso associata a una bassa qualità degli ovuli, che puo deteriorarsi con protocolli di stimolazione aggressivi.
  • sia perché alcune pazienti non tollerano i farmaci di stimolazione o vogliono evitarla per altri motivi.

Per queste donne la soluzione migliore può essere fivet senza stimolazione o con la minima stimolazione. Il ciclo ormonale naturale della donna è usato per preparare gli ovociti la cui raccolta viene effettuata per recuperarne 1-3. La IVF/ICSI fecondazione e il successivo trasferimento dell’embrione avviene con lo stesso procedimento usato per fiv convenzionale.

La fecondazione in vitro (IVF, Fivet) è la tecnica più complessa di riproduzione assistita. Durante il trattamento IVF (Fivet), contrariamente a quanto avviene durante il ciclo mestruale naturale, si possono usare protocolli differenti per la stimolazione delle ovaie e la creazione di più follicoli. Dopo l’induzione dell’ovulazione, le uova mature sono prelevate dalle ovaie 36 ore più tardi con una procedura chiamata “recupero ovocita”. Gli ovociti vengono fecondati dallo sperma in un laboratorio embriologico. Poi gli ovociti fecondati (embrioni) sono trasferiti nell’utero, due, tre o cinque giorni dopo. Un ciclo di fivet richiede circa due settimane ed è la forma più efficace di riproduzione assistita. La procedura può essere fatta utilizzando ovociti del partner femminile e sperma del partner maschile o può prevedere ovociti, spermatozoi o embrioni provenienti da un donatore anonimo.

Per il tasso di successo più elevato rispetto alle altre tecniche di riproduzione assistita, si sceglie spesso la fivet come trattamento preferenziale per l’infertilità nelle donne che hanno un’età maggiore di 40 anni senza altri fattori di infertilità.

Tuttavia fivet è indicata quando ci sono alcune condizioni mediche. Essa può essere l’unica opzione in caso di:

* danni tube di falloppio o blocco o precedente sterilizzazione tubarica
* anovulazione o vari disturbi ormonali e ovulazione
* insufficienza ovarica precoce
* endometriosi
* produzione di sperma o alterata funzione associata con infertilità partner maschile
* infertilità inspiegata
* malattie genetiche
* conservazione della fertilità per il cancro o altre condizioni di salute

Alcune donne devono affrontare problemi di fertilità legati alla mancata produzione da parte delle loro ovaie di ovociti o a una produzione inadatta alla fecondazione o allo sviluppo del feto. I motivi possono essere vari: età, endometriosi, menopausa precoce, chemioterapia o anomalie cromosomiche congenite.

Le situazioni di cui sopra possono essere superate utilizzando ovociti da donatrice.

Nel nostro centro offriamo una grande varietà di donatrici di ovuli accuratamente selezionate. La loro età va dai 18 ai 30 anni. Per maggiori informazioni, clicca qui.

Alcuni uomini hanno problemi di fertilità che non possono essere trattati. In questi casi (azoospermia, teratospermia ecc) si può scegliere la soluzione della donazione dello sperma. Inoltre, le donne single possono procedere con la donazione di sperma come trattamento di fertilità e creare la loro famiglia. In serum dal 1991 abbiamo la prima e più grande banca del seme della grecia. Mettiamo a disposizione una vasta gamma di opzioni dai migliori donatori. Per maggiori informazioni, clicca qui

È una tecnica di fecondazione in vitro in cui un singolo spermatozoo viene iniettato direttamente in un uovo. Questa procedura è più comunemente utilizzata per superare i problemi di infertilità maschile, ma può essere utilizzata anche quando le uova non possono essere facilmente penetrate dagli spermatozoi. Siamo una delle poche cliniche che non chiedono un pagamento ulteriore in più per questa procedura, perché crediamo che ogni coppia, indipendentemente dal problema dell’infertilità, meriti il trattamento più adatto. I nostri embriologi useranno tutta la loro esperienza e le tecniche disponibili per determinare se la icsi sia la tecnica più adatta a voi.

È una tecnica che prevede la selezione di uno spermatozoo che ha all’esterno e all’interno morfologia normale. Questa tecnica è realizzabile utilizzando un microscopio invertito che fornisce un potere di ingrandimento circa 6000 volte più rispetto a quanto avviene solitamente per icsi. In questo modo si permette l’osservazione dettagliata del contenuto interno dello spermatozoo. Dopo la selezione, lo spermatozoo più adatto viene utilizzato per icsi. Non chiedono un pagamento ulteriore in più per questa procedura.

È una tecnica che permette all’embriologo di imitare la natura nel selezionare uno spermatozoo in grado di fecondare. Questa tecnica si basa sull’acido ialuronico, biopolimero trovato nello strato di gel attorno all’ovocita. In picsi uno spermatozoo “ideale” si lega alla idrogel acido ialuronico che è contenuto nel disco e viene selezionato e utilizzato per icsi. chiedono un pagamento ulteriore in più per questa procedura.

Aspirazione di liquido e tessuto testicolare applicando una pressione negativa con un ago sottile.

 Aspirazione del tessuto dall’epididimo (un tubo di stoccaggio dello sperma) mediante l’inserimento di un ago.

Breve procedura chirurgica per esporre i dotti deferenti di un uomo (dotti di trasporto dello sperma) e aspirare il contenuto utilizzando una cannula sottile.

Per coppie o donne single che hanno bisogno di donazione sia di ovuli sia di sperma, offriamo doppia donazione fresca, o embrioni congelati da ovociti e sperma entrambi da donatore.

Una volta che gli ovociti sono fecondati, vengono coltivati in terreni di coltura speciali. Monitoraggio della progressione dell’embrione, simmetria e frammentazione abilita l’embriologo a valutarne la qualità (e la possibilità di dare una gravidanza).

La cultura di blastocisti, consente all’embriologo sin dal quinto giorno, di vedere se gli embrioni possono essere aneuploidi (avere il numero giusto di cromosomi) e avere una maggiore probabilità di dare come sito una gravidanza.

La crioconservazione degli embrioni comporta il congelamento di embrioni in eccesso per un uso successivo al primo trasferimento di embrioni freschi o quando una donna non puo fare un trasferimento durante il suo trattamento di fertilità.

Alcuni pazienti possono avere una storia familiare di malattie che riguardano il loro corredo cromosomico, come la fibrosi cistica. Per ridurre il rischio di avere un bambino con una malattia di questo genere, il paziente può scegliere di effettuare i test genetici sugli embrioni. Aborti ricorrenti, più di 3 trattamenti di FIVET e la eta di 40 anni e piu per una donna che fa la FIVET con i suoi proprii ovuli, sono alcuni casi extra in cui la PGD / PGS potrebbe essere consigliata. In questo modo trasferiamo solo embrioni con un layout genetico normale. PGD e PGS si riferiscono a tutti i test genetici condotti dopo che un embriologo esegue la Biopsia Embrionale e quindi fornisce al laboratorio genetico alcune cellule embrionali adatte all’analisi. La tecnica di biopsia può essere suddivisa in due categorie: biopsia allo giorno 3 e biopsia del trofetoderma (TE) / giorno 5 o giorno 6 durante lo stadio di blastocisti. Tuttavia, in alcuni casi, come aborti ricorrenti, ci sono prove molto controverse sul fatto che il metodo fornisca un chiaro vantaggio nel migliorare l’impianto e i tassi di natalità. Puo discutere e decidere consultando i nostri consulenti FIVET, embriologi ed il laboratorio genetico prima del trattamento di fertilità.

Questa è la tecnica utilizzata dal nostro laboratorio affinché i pazienti possano testare i loro embrioni con la diagnosi genetica o lo screening preimpianto. La biopsia del Trofectoderma (TE) viene eseguita il giorno 5 o il giorno 6, quando un embrione raggiunge lo stadio di blastocisti. Utilizzando microstrumenti specifici, l’embriologo rimuove da 5 a 10 cellule dalla parte esterna dell’embrione che si chiama trofectoderma e darà la placenta e altre membrane su un successivo sviluppo dell’embrione. In questo modo, viene fornito un numero adeguato di cellule ai genetisti per i test appropriati e non causa di danno alla massa cellulare interna (ICM) che si svilupperà per diventare il feto. Le cellule rimosse vengono trasferite al laboratorio genetico.

Nella fecondazione assistita si possono migliorare i tassi di gravidanza in alcune delle donne sottoposte a fecondazione in vitro. Nella fecondazione assistita, si effettua una fessura nell’involucro (la zona) che circonda l’embrione prima che l’embrione venga trasferito nell’utero.

A volte una donna non può portare una gravidanza. Ci sono molte ragioni per questo, come la mancanza di utero (precedente isterectomia o sindrome di Rokitansky), gravi aderenze endometriali, fibromi uterini multipli, problemi medici significativi (cioè stenosi aortica, grave malattia renale, ecc.). In questi casi, può scegliere di avere un’altra donna per portare avanti la gravidanza al suo posto come opzione di trattamento della fertilità alternativa.

Il processo è consentito in Grecia a seguito di una richiesta ai tribunali. Secondo la legislazione attuale, il bambino nasce sotto il nome dei genitori direttamente, rendendo la Grecia una destinazione molto attraente per la maternità surrogata. Per informazioni più dettagliate sulla parte legale e medica di questo trattamento, può essere facilmente consigliato dai nostri consulenti.

Il metodo del plasma ricco di piastrine (PRP) è un metodo invasivo autologo, in cui le piastrine, ricche di fattori di crescita, vengono isolate dal plasma sanguigno della paziente e, dopo centrifugazione in laboratorio, vengono iniettate nelle ovaie per via transvaginale con l’obiettivo di ringiovanimento. Questo metodo è principalmente consigliato alle donne con insufficienza ovarica prematura o età riproduttiva avanzata al fine di migliorare la qualità degli ovuli e/o l’attività ovarica. Esiste anche la possibilità di PRP endometriale in cui il plasma sanguigno viene iniettato sull’endometrio quando una donna affronta problemi con lo spessore dell’endometrio o dopo ripetuti fallimenti dell’impianto.